lunedì 11 ottobre 2010

Il 22 ottobre sarò a Roma ad un dibattito con i creazionisti


Ebbene sì... ormai è di dominio pubblico... ne ha parlato anche Marco su Leucophaea
A questo punto ne parlo anche io: il 22 ottobre, venerdì prossimo, sarò a Roma in Campidoglio, nella “Sala del Carroccio” a parlare di evoluzione davanti al “nemico”: i creazionisti. Fra questi ci sarà anche il prof. De Mattei, che forse nell'occasione risponderà alle mie “22 questioni per il prof. De Mattei”.
Parecchi che sapevano dell'invito mi hanno sconsigliato, altri mi hanno incoraggiato. Ovviamente l'argomento della mia comunicazione è “top secret” per non dare vantaggi al nemico (ovviamente in senso sportivo....).
Fra gli scettici c'è appunto Marco, che comunque ringrazio per avermi definito “un grandioso divulgatore della geologia”. Troppo buono.... mi sono salvato il pezzo ad imperitura memoria...
È vero che nel mondo accademico la voce che gira da tempo è quella di lasciare i creazionisti a bollire nel loro brodo, ma sostanzialmente vorrei far notare alcune cose:
  • È chiaro che De Mattei, Fratus e soci saranno impossibili da convertire alla realtà. Ma instillare un briciolo di dubbio nella platea potrebbe essere possibile... Per questo ogni tanto dibatto con i creazionisti 
  • Non essendo un attore non potrei mai recitare in un film la parte di Thomas Henry Huxley, il “mastino di Darwin”, colui che più di ogni altro si adoperò per diffondere le idee di Darwin (e di Wallace). Avrò quindi la possibilità di vivere forse sensazioni simili a quelle di quel grande comunicatore?
  • Non sono un evoluzionista nel senso di “biologo evoluzionista”. Sono laureato in Scienze Geologiche ma sono convinto di cavarmela lo stesso. Dopotutto le mie 22 questioni un certo clamore lo hanno suscitato
Quindi per chi fosse interessato, appuntamento a Roma il 22 ottobre.

Noto ora delle strane coincidenze: il numero delle questioni per il prof. De Mattei è lo stesso del giorno del mese di ottobre. Inoltre fino alla tenera età di 35 anni sono stato fan ed utilizzatore dell'autobus n.22, ho abitato in una casa al numero 22 e la targa della mia moto, il glorioso Morini, cominciava per 22.
chissà se Roberto Giacobbo in TV dichiarerà: "Coincidenza? Noi di Voyager pensiamo di no!"

5 commenti:

juhan ha detto...

Auguri.

Anonimo ha detto...

Caro Aldo ti ricordo che il contraddittorio non è tra evoluzionisti e creazionsiti ma tra evoluzionsiti ed anteivoluzionsiti, vi è una sostanziale differenza.

Ci vediamo a Roma.

Auguri per la tua arma segreta.

Fabrizio Fratus

PS: l'evoluzione, come "ipotesi", non riguarda solamente la biologia.

Aldo Piombino ha detto...

fabrizo, scusa ma non capisco bene... a meno che con questo discorso tu voglia imbarcare nel tuo bastimento chiunque blateri contro l'evoluzionismo, compresi quei poveracci di zichichi e palmarini....

Anonimo ha detto...

No, non voglio imbarcare nessuno ma il fatto è che un creazionista pone come alternativa la creazione mentre un anti-evoluzionista pone il fatto che il neodarwinismo è un'interpretazione di dati a causa di un pregiudizio.
Ho semplificato.
Ciao
Fabrizio Fratus

Aldo Piombino ha detto...

ok, fabrizio, grazie per la precisazione. anche se, molto frasternamente (da avversari, ma non certo da nemici!) i pregiudizi non sono dalla mia parte... comunque ne pèrleremo a voce..
a venerdì