lunedì 3 ottobre 2016

Una critica facilmente smentibile a quello che ho scritto sulle cause dell'estinzione dei dinosauri


Un anonimo (o, meglio, una persona che si è presentata con uno pseudonimo, Nicola61), ha scritto una risposta al mio post sul figlio di Alvarez presentando nozioni piuttosto approssimative e spesso sbagliate. Siccome trovo molto giusto dedicare spazio a chi mi critica, allora preferisco rispondergli con un nuovo, apposito post anziché inserire un commento su quel testo (dove comunque farò un rimando). Ho anche preferito lasciare l’ordine delle frasi del commento come le ha scritte Nicola61, rispondendogli passo dopo passo. Annoto anche che non capisco bene il perché di molte delle maiuscole usate, ma ho deciso di adeguarmi, lasciarle così come sono

Allora, l’inizio del commento al mio ultimo post in materia di estinzione dei dinosauri, quello in cui parlo dell'articolo in cui persino il figlio di Alvarez e il fedele Ian Smit accettano che l'impatto dello Yucatan sia avvenuto ben prima dell'evento K/T [1] è questo:

Ritengo invece assolutamente realistico mettere in Relazione la Estinzione delle forme Biologiche Viventi (compresi i Famosi Dinosauri....!) con la Caduta di uno o più Asteroidi ! Anzi, è mia convinzione che i Trappi del Deccan si siano formati proprio secondariamente alla attivazione di fratture della Crosta Terrestre legate al o agli impatti relati con l'Evento KT di 66 MA addietro...! 

I Trappi del Deccan sono una Large Igneous Province (LIP) come le altre che li hanno precedute e che non sono state innescate da cadute. Anzi, direi proprio che è l’unica sicuramente formatasi dopo un impatto. Per altre (per esempio i trappi siberiani (limite Permiano / Triassico) o i basalti dell’Atlantico centrale (limite Triassico / Giurassico) ci sono stati diversi tentativi, spesso maldestri di trovare dei collegamenti fra impatti di asteoridi ed estinzione (talvolta mettendo in relazione impatti e vulcanismo da LIP). E, soprattutto, tolto l’impatto dello Yucatan, gli altri impatti sicuri non si collocano in vicinanza di estinzioni di massa. 

Chissà perchè l'Iridio in eccesso si trova proprio nel famoso strato KT, presente ubiquitariamente nel Mondo e coincidente con la brusca scomparsa del 90 % dei Mammiferi allora presenti sulla Terra, nonchè di Tutti i Dinosauri non Aviari (poche migliaia di anni; in termini Geologici una Inezia......!!!); 

L'anomalia dell'Iridio a Gubbio secondo
Alvarez [2]: si vede che inizia prima del K/T
Alcune cose sono esatte e altre sbagliate. 
Innanzitutto l’anomalia dell’Iridio non la troviamo dappertutto ma solo dove ci sono delle condizioni riducenti. Dopodichè, come si vede anche a Gubbio nel celebre lavoro di Alvarez e soci del 1980, l’anomalia inizia, poi scompare, poi ricomincia e non compare in modo brusco, il che si concilia difficilmente con un rilascio improvviso a seguito di un impatto cosmico. E, soprattutto, nello Yucatan la troviamo SOPRA gli ejecta dell’impatto e non dentro, come sarebbe stato più logico aspettarsi se fosse dovuta all’evento cosmico [3].
Questo fra l’altro dimostra che il K/T è avvenuto DOPO l’impatto...
Quanto riguarda le estinzioni, non sono avvenute all’improvviso, ma c’è stato a partire dal Turoniano, un graduale trend di diminuzione della biodiversità [4]. Una estinzione rapida la si vede solo dove non viene riconosciuta una lacuna di sedimentazione nel Maastrichtiano quasi terminale. Molti gruppi hanno avuto una crisi nel Maastrichtiano ben prima del K/T e non ci sono fossili di dinosauro negli ultimi 450.000 anni (il che, comunque, non vuol dire che non sono vissuti) [5].

Iridio che guarda caso è presente in Grande percentuale nei Corpi Celesti e molto meno, nella Lava Vulcanica

A parte che non saprei trovare altra lava se non quella vulcanica, alcuni corpi celesti sì, di Iridio ne contengono più del mantello terrestre, come le meteoriti condritiche, mentre altri, come le comete non ne contengono.
Quanto ai Trappi del Deccan, c’è un equivico: l’anomalia dell’Iridio non è nelle lave, ma nei volatili emessi, nei quali è entrato preferenzialmente durante i processi di cristallizzazione frazionata. Se fosse rimasto nelle lave non ci sarebbe l’anomalia diffusa in giro per il mondo. Inoltre anche le lave del Piton de la Fournaise, il vulcano che ora si trova sopra il punto in cui era l’india al momento della emisione dei Trappi del Deccan, presenta una anomalia dell’Iridio nei suoi volatili. 

e ancora, altro dato inconfutabile, non sono mai stati trovati strati ricchi d'Iridio paragonabili a quello legato all'Evento KT in coincidenza degli Altri Eventi di Estinzione di Massa (anche importantissimi come quello avvenuto nel Triassico o precedentemente...)che portarono anch'essi alla Estinzione di innumerevoli Specie di Organismi Viventi Animali e Vegetali...! 

Sbagliato. L’anomalia dell’Iridio è presente in almeno altre tre occasioni: durante un evento di estinzione di massa minore,  e cioè al limite Devoniano – Carbonifero e nel neoproterozoico, alla fine degli episodi di Snowball Earth. In tutti e tre i casi ci sono evidenti tracce della messa in posto di Large Igneous Provinces. Una anomalia dell’Iridio è stata verificata anche nel 1983 all’inizio della eruzione del Kilauea che perdura fino ad oggi [6]. La rarità di questa anomalia sta nella necessità di avere un magma sottosaturo in zolfo, cosa che accade molto di rado.

Da ciò e da una Infinità di altri Indizi (comprese le particelle di Carbone e Fuliggine presenti nello Strato KT, in Tutto il Mondo e legato agli Immani Incendi innescati dalla ricaduta di materiale Incandescente sparato nello Spazio dall'Impatto dell'Asteroide...)si può ragionevolmente dedurre che l'Estinzione del Cretaceo è veramente e strettamente legata all'Impatto di uno o più Immensi Corpi Celesti Asteroidali (Shiva Crater verosimilmente e Cratere di Chicxulub). 

Direi più che lo Shiva Crater, che ancora non è dimostrato nonostante i frequenti tentativi di farlo, c’è un altro cratere “papabile”, il Boltysh. Fra l’altro la presenza di crateri multipli è abbastanza sostenuta in questo periodo [7] e porta in primo piano l’ipotesi che il corpo impattante del K/T fosse stato una cometa (con tanti saluti all’origine cosmica dell’Iridio, visto che nelle comete non ce n’è…). 
Quanto alla fuliggine, che ci sia stata una deforestazione al K/T è noto, come è avvenuta anche al P/T e al T/J, entrambi eventi questi collegati alla messa in posto di una LIP ma non a impatti meteoritici: lo dimostra in tutti e tre i casi un momentaneo incremento della diffusione delle felci. Quanto agli incendi, sono stati comuni in tutto il Cretaceo per il maggiore tenore di ossigeno dell’atmosfera dell’epoca e il prolungamento della stagione secca dovuto ai cambiamenti climatici innescati dai gas emessi in India ha costituito un fattore aggravante che li ha resi più frequenti.  
Inoltre il K/T ha coinciso con una fase di forte riscaldamento e non ad un inverno provocato dall’oscuramento del cielo da parte dei detriti dell’impatto.

D'Altro canto, non è ipotizzabile alcun evento Terrestre che possa aver attivato per migliaia di anni e su così grande Scala una Serie di Fratture della Crosta Terrestre altrimenti inspiegabili con le attuali Nozioni di Geologia e Vulcanologia....! 
Le Large Igneous Provinces degli ultimi 290 milioni di anni:
quella del Deccan non è certo l'unica come sostiene invece Nicola 61

Questa poi è sconcertante…  Ho iniziato il post parlando proprio delle immense coperture delle Large Igneous Provinces e qui mi mi si dice che non è ipotizzabile un altro evento del genere e che sarebbe un evento non spiegabile con le attuali nozioni? Nella carta sono illustrate le varie LIP che, oltre a quella del Deccan, si sono formate da metà Permiano ad oggi. Quanto alla loro origine di letteratura ce n’è, e parecchia…  direi che con una frase del genere la bocciatura in un esame sarebbe ineccepibile..
Consiglio inoltre a Nicola61 di leggere questo mio post in cui si vede come i trappi del Deccan si inquadrano nell’apertura dell’Oceano Indiano, che è stata accompagnata da altri eventi simili a quello del Deccan (per esempio Karoo / Ferrar, Madagascar, Kerguelen)

Altrimenti, dovremmo aspettarci un Evento tipo quello che portò ai Trappi del Deccan, anche oggi e comunque molto più frequentemente di quanto è avvenuto mai nella Storia del Nostro Pianeta...! Gli Asteroidi Caduti erano Immensi e la Energia Cinetica accumulata nella Caduta era Incommensurabile; non ci vuole molto a capire che sono stati di per se molto più che sufficienti a portare ad una Tale ed Immane Estinzione di Massa....! 

Il fatto che tutte le estinzioni di massa sono contemporanee alla messa in posto di Large Igneous Provinces, a variazioni del livello marino, bruschi aumenti di temperatura e variazioni del rapporto isotopico fra 12C e 13C vorrà dire qualcosa…
anzi, il problema è l’opposto: capire perché alcune LIP non abbiano avuto grandi riflessi biotici (su tutte quella di Paranà – Etendeka)
Quanto alla frequenza di queste eruzioni, diciamo che nel Terzario, dopo i basalti dell'Atlantico Settentrionale questa attività è stata meno intensa, anche se la frequenza è rimasta più o meno quella di un evento ogni 20 milioni di anni (abbiamo infatti dopo il passaggio Eocene - Oligocene i basalti del columbia river e quelli dell'Afar).
Riassumo poi in questa tabella i principali legami LIPs – Estinzioni più recenti, ricordando che il più antico sicuramente attestato, che non compare in tabella, è l’evento al passaggio fra l’Epoca 2 e l’Epoca 3 del Cambriano (estinzione Toyoniana e LIP di Kalkarindji, ne ho parlato qui). 



Alvarez & C hanno sempre avuto Ragione su Tutto e non sono stati mai creduti sino a pochi anni fa; non rifacciamo l'errore di non credere alle Loro Mirabili Ricerche ancora oggi che abbiamo una immane mole di calcoli che attesta con minima incertezza che l'evento KT da Caduta dell'Asteroide è stato il Vero e Grande Killer dei Dinosauri e Mammiferi, nonchè di una Moltitudine di Specie del Mondo Vegetale...!

Curiosa questa, davvero molto curiosa: è successo esattamente il contrario e cioè che l’idea di Alvarez è stata immediatamente e pedissequamente accettata. E i contestatori sono stati zittiti, anche in malo modo (probabilmente per le implicazioni politiche della connessione fra estinzione dei dinosauri ed emissione di gas serra…)
Questa ultima frase mi fa quasi pensare che Nicola 61 mi abbia preso in giro nello scrivere queste note, oppure che abbia idee molto più confuse di quello che pensavo.

[1] Richards et al (2015) Triggering of the largest Deccan eruptions by the Chicxulub impact GSA Bulletin 127, 1507 – 1520
[2] Alvarez et al (1980) Extraterrestrial causes for the Cretaceous - Tertiary extinction
K/T Experimental results and theoretical interpretation. Science 268,
1095–1108
[3] Keller et al (2004), Chicxulub impact predates the K-T boundary mass extinction. PNAS 101/11, 3753–3758
[4] Sakamoto et al (2016) Dinosaurs in decline tens of millions of years before their final extinction PNAS vol. 113 no. 18, 5036-5040 
[5] Archibald (2014) What the dinosaur record says about extinction scenarios. Geological Society of America Special Papers 505, 213–224
[6] Zoller et al (1983) Iridium Enrichment in Airborne Particles from Kilauea Volcano. Science 222, 1118–1121
[7] Moore & Sharma (2013) The K-Pg impactor was likely a high velocity comet: Lunar and Planetary Institute Contributions, 1719, abstract 2431



2 commenti:

Giacomo Milazzo ha detto...

Riporto quanto commentato nel post originale.
Egr. Sig. Nicola61
prima di ritenere lei dovrebbe argomentare. Io stesso potrei ritenere che lei non abbia affatto chiare le motivazioni che l'hanno spinta a dissentire.
Anch'io ero per così dire ad un tempo affascinato ed "assuefatto" alla teoria degli Alvarez, che mi si raccontava fin dall'università i primissimi anni '80. Fresca di stampa per così dire. Certo che quel meteorite "assassino" lasciava spazi all'immaginazione ed a scenari apocalittici così come già Walt Disney nel 1940 ce li dipinse nel suo meraviglioso "Fantasia".
Ma poi nel tempo ho avuto modo di leggere qua e là qualcosa, le recenti scoperte e, soprattutto, la lettura del bel libro del Dott. Piombino: lettura che le suggerisco perché la porterà, se non ad afferrare i nuovi punti di vista con ottime probabilità di essere nel giusto, quanto meno a dubitare fortemente della vecchia ipotesi.
Lo legga Nicola61, lo legga.
E poi torneremo a confrontarci.
Saluti

I0015PR ha detto...

peraltro io resto certo della mia teoria sull'estinzione dei dinosauri, quella che ho illustrato a mio nipote "turacciolo" 6 anni.

Zio zio ma i dinosauri si sono estinti per un meteorite?
quasi gabriele, ma erano tanti, e dato che i dinosauri non erano molto intelligenti, vedendoli cadere a terra, questi correvano gridando "mio mio di testa"


ciao
Alessandro
non scrivo geologo altrimenti mi stracciano la laurea :-)